SENTIERI PEDONALI


Consigli e istruzioni utili:
Prima di partire, controllate le previsioni del tempo, indossate calzature robuste per lo sport o l’alpinismo, e indumenti adatti alla stagione (per l’estate più leggeri, con un cappellino per proteggersi dal sole; in primavera e autunno, una giacca o un maglione; in inverno, giubbini antivento o impermeabili). Portate con voi sufficienti liquidi per bere, il cibo necessario, un coltello, cerotti, bende, un orologio, un cellulare, occhiali da sole, una macchina fotografica e questa mappa. Partite per l’escursione in gruppi, seguite le indicazioni e camminate solo lungo i sentieri segnalati. Siete pregati di non abbandonare rifiuti, accendere fuochi, danneggiare i muri a secco; aprite e chiudete con cura i cancelli che trovate lungo i sentieri e non raccogliete uva, fichi e piante protette; non inseguite o disturbate le pecore e gli animali selvatici. Lungo i sentieri, camminate sotto la vostra responsabilità, prestate attenzione. Numero di emergenza: 112 - Polizia, Vigili del fuoco, Ambulanza. Nell’area opera la Società alpinistica “Obzova” dell’isola di Krk. Maggiori informazioni su www.pd-obzova.hr e-mail: kontakt@pd-obzova.hr

Nota importante:
Glavina-Mala luka è stata proclamata riserva speciale ornitologica nel lontano 1963, per le specie d’uccelli rari e protetti che vivono nella zona. Si estende su una superficie di circa 1000 ettari e occupa lo spazio che parte dalla costa fino a 1 km nell’entroterra. È la dimora di avvoltoi, bianconi, falchi grigi, gheppi, marangoni dal ciuffo, gufi comuni, passeri solitari, codirossi, occhioni comuni, che vengono avvistati spesso e con grande piacere.
I visitatori sono pregati di muoversi con cautela nella riserva, per non ­disturbare la quiete che vi regna.
Se notate delle attività proibite, siete pregati di contattare l’Istituto nazionale “Priroda” 51000 Rijeka, Grivica 4/I, e-mail: info@ju-priroda.hr al numero 00385 (0)51 352 400.
Nella riserva è proibito disturbare gli uccelli e gli altri animali che vi dimorano, danneggiare il patrimonio geologico, fare campeggio, accendere fuochi, guidare al di fuori delle strade pubbliche, abbandonare rifiuti, arrecare danni a piante e funghi e parcheggiare al di fuori delle aree preposte.